L’avenir de la démocratie

lavenir-de-la-democratie«Nessuno può immaginare uno Stato che possa essere governato attraverso il continuo appello al popolo […] Salvo nell’ipotesi per ora fantascientifica che ogni cittadino possa trasmettere il proprio voto a un cervello elettronico standosene comodamente a casa e schiacciando un bottone», scriveva un visionario nel lontano 1978. Leggi tutto l’articolo

Non vedo, non sento e non parlo. Tanto mi votano

13101542_10209316214811554_510810031_nLa bagarre elettorale infuria per il paese, ne sono un esempio lampante i «manifesti» che oramai tappezzano i muri delle strade da cui emergono sketch alquanto ottimistici e propositivi che inneggiano ad un futuro prospero e radioso per noi concittadini – qualcuno direbbe che la cattiva stampa è l’inferno degli alberi, ma tutto questo è relativo, visto l’animarsi e l’infervorarsi di giovani, ma soprattutto, di vecchi volti della politica locale che ritornano in auge dopo una stagione di dolci sospiri. Leggi tutto l’articolo

La politica dell’accattonaggio

12920907_10209063108124045_327257465_nLi vedi ogni sera, riuniti sotto gli occhi di tutti, come se esserci volesse dire apparire. Stanno sotto un lampione, che quasi ricorderebbe uno scenario dostoevskijano, a sproloquiare festosamente – è il tempo dei sorrisi e dei saluti perché, come diceva Pasolini in un suo romanzo, il “grande giorno”, e tutti quelli che lo precedono,si è sempre amici di tutti e il sole brilla in cielo, solo dopo giungono il tedio e le tenebre. Leggi tutto l’articolo

Tifosi

ff612092-d7eb-4f14-93c0-eb3d5405f931Abbiamo vinto noi. No, abbiamo vinto noi! Ma no che abbiamo vinto noi, fidati ti dico che abbiamo vinto noi! Ma insomma, si può sapere cosa abbiamo vinto? (Una beata..) Rivalsa sociale o parteggiare becero e insulso? Sembra che il tifo si riduca proprio a questo, quando abbandona la passione sana e la voglia (pulita) di veder trionfare i “propri colori”. Leggi tutto l’articolo