Criticare è lecito, diffamare no!

Bisognerebbe veicolare un messaggio ed indirizzarlo a chi comanda, e ai loro clientes. Questo messaggio dovrebbe titolare così: “CRITICARE È LECITO, DIFFAMARE NO!”. Credo che mai cosa fu più ovvia. Criticare è lecito sempre e comunque in una società libera. Non è lecito diffamare, calunniare ed attaccare sul personale. Ma anche questo dovrebbe essere più che ovvio. Che forma di governo è quella che non accetta critiche verso il proprio operato (per giunta ultra lacunoso) e si avvale della diffamazione per “controbattere”? Potremmo definirla fascista, o magari democristiana (che poi ne è sinonimo e “parente”, e a Rogliano ne sappiamo qualcosa), ma ancora peggio, andrebbe definita con termini che forse nessuno ha ancora coniato. Leggi tutto l’articolo

Dio è morto e il capitalismo ha vinto per sempre

15570930_10211365184994528_645222442_n“Per la religione e soprattutto per la Chiesa non c’è più spazio. La lotta che il nuovo capitalismo combatte ancora per mezzo della Chiesa è una lotta ritardata, destinata, nella logica borghese, a essere ben presto vinta, con la conseguente dissoluzione «naturale» della Chiesa” – scriveva Pier Paolo Pasolini nel 1973. Leggi tutto l’articolo

L’avenir de la démocratie

lavenir-de-la-democratie«Nessuno può immaginare uno Stato che possa essere governato attraverso il continuo appello al popolo […] Salvo nell’ipotesi per ora fantascientifica che ogni cittadino possa trasmettere il proprio voto a un cervello elettronico standosene comodamente a casa e schiacciando un bottone», scriveva un visionario nel lontano 1978. Leggi tutto l’articolo