Bulli

bulliIl potere logora chi non ce l’ha, ma forse anche chi ce l’ha. O magari costui era già logorato di suo, e logora che ti logora finisce che si mostri per ciò ch’è sul serio: un bullo. La differenza tra l’essere autorevole e l’essere autoritario passa proprio da questo. L’autorevole non alza la voce, non si avvicina con fare minaccioso e non usa il linguaggio del corpo per intimidire. L’autoritario fa l’esatto contrario. E guai se siede in un posto di comando. Un po’ come la famosa differenza tra padrone e leader, dove il primo comanda e dà ordini, mentre il secondo trascina con l’entusiasmo e dà il buon esempio. Bulli e mediocri. La Fornero, Marchionne, Bonucci, Renzi (e il suo entourage), Erdogan, Putin, gli Usa e un po’ tutti gli oppressori del mondo lo sono. Bulli, ma soprattutto mediocri. Altrimenti non avrebbero alcun bisogno di esserlo bulli. Sarebbero autorevoli.

Luca Rota

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Or

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *