Pro loco?

nutellaDi solito e per buona abitudine, siamo portati a chiamare le cose col proprio nome, proprio perché è quel nome che le “identifica” e le rende tali. Da qui l’importanza di portare un determinato nome e cosa molto più importante, la rilevanza che questo epiteto darà a chi lo porta. La dicitura “Pro loco” deriva dal latino e significa “per il territorio, per il luogo, per la comunità”. La Pro loco è un ente “pubblico” (quindi gestito con soldi pubblici, della comunità, di tutti) che dovrebbe (il condizionale qui è davvero d’obbligo!) fare e/o svolgere delle attività volte a migliorare le condizioni sociali e culturali del territorio in cui opera (e dal quale riceve i soldi). A Rogliano c’è la Pro loco (ooooh!). Ma cosa ha fatto, e cosa fa realmente per il territorio? Qualche nutella party, una caccia al tesoro “annuale” (ad Agosto) ….ehm….ehm….ehm… nonostante gli sforzi e la buona memoria, giuro, non ho il benché minimo ricordo di altre attività (se così possiamo definire le due sopracitate) nelle quali codesto ente si sia “prodigato” da anni. Sono famosi i “servizi civili” svolti nelle fila di questa “gloriosa” istituzione roglianese dove tra tressette, briscola e giochi vari, ci si facevano le ossa per la futura vita da bar che si sarebbe intrapresa un dì. E poi si sa, ognuno piazza i suoi fanti in giro per la scacchiera. Oggi il re (o la regina, dipende dai punti di vista) ha scelto “i suoi prodi” in base alla fedeltà che da decenni gli viene offerta, rendendosi però colpevole di un “lavoro (non) svolto” che ha del vergognoso e del ridicolo se vogliamo essere buoni. La Pro loco funziona con soldi pubblici e proprio per questo motivo il “pubblico” dovrebbe pretendere che essa “funzioni” e svolga attività serie e mirate, o semplicemente che svolga qualcosa! Con ciò mi auguro che gli amici “prolochini” non se la prendano se da cittadino mi permetto di ricordare loro cosa “non fanno” e cosa, a mio modesto avviso, “avrebbero il dovere” di fare. Perché il dovere e il rispetto dei ruoli sono cose serie ed importanti ed hanno la priorità su tutto ciò che qualcuno dice loro di “non fare”. Gli esempi che uno si sceglie nella vita sono importanti, cari amici. Altrimenti vi ritroverete anche voi “non pervenuti” nonostante la miriade di selfies e le rughe tirate a nuovo.

Luca Rota

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

3 commenti

  1. Pingback:Se questa è una Pro loco | LiberalAmente

  2. Pingback:Chiacchiere – LiberalAmente

  3. Pingback:Finalmente una Pro Loco! – LiberalAmente

Lascia un commento

Or

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *