Cineforumatizzati

imagesDa poco più di tre anni, Rogliano ospita un Cineforum. Ma come avviene per la gran parte delle iniziative organizzate a Rogliano, i peggiori detrattori sono proprio i roglianesi. Il collega, il barista, il conoscente con il quale casualmente scambi due parole sono sempre convinti che è tutto un magnamagna, non andrà nessuno, non è interessante, non vale la pena schierarsi (?)..

Un noto Maestro canzonerebbe “siete come sabbie mobili, tirate giù”. Sì, perché in tutte le scuse per non partecipare c’è il triste tentativo di annegare l’opportunità di fare cultura. Perchè, per chi non l’avesse ancora capito il cineforum non è un momento in cui “pettiniamo le bambole”, ma la scusa per aprire gli occhi su temi che crediamo di conoscere ma dei quali spesso non sappiamo niente.

Comunque sia, offre una grande opportunità, perderla sarebbe un delitto. Andiamo, allora, alla sostanza di questo cineforum, affinchè non venga insabbiata la sua vera natura. Il collega che citavo prima suffragava la sua “idea del disastro” chiedendomi: “sei convinto che la gente, di giovedì sera, esca di casa per venire a vedere un film?”. Facciamo un passo indietro e diciamo che il tema principale di questa maratona di film è: sfamare la cultura. Un tema che sovrasta tutte le possibili scuse.

L’iniziativa che abbraccia il passato, il presente, il futuro, la salute e la giustizia, il senso dell’esistenza, le organizzazioni econimiche, la ricerca scientifica, i valori morali e religiosi si propone di sviluppare in noi il senso critico ed ampliare la nostra visione del mondo. Sfamare la voglia di cultura è comunque un bisogno; sfamarla in modo semplice e giocoso come fa LiberalAmente ormai da anni è una grossa opportuità per tutti.

Probabilmente non siete ancora riusciti a capirne il senso, probabilmente non ci saremo spiegati bene, o semplicemente ignorate le locandine affisse in ogni dove. Ma ciò che l’Associazione vi propone va al di là di un semplice film; è il vantaggio di essere travolti da informazioni che capovolgeranno i luoghi comuni annidati nella vostra mente.

E quanto pesano nella vostra memoria i preconcetti i tabù e le visioni distorte della realtà? Pesano solo in una piccola percentuale dovuta alla scarsa informazione. Nel complesso, ognuno ha la capacità di aprire la mente, nel vero senso della parola; molteplici sono i mezzi per farlo, unico a mio avviso il metodo LiberalAmente, che allo stesso tempo offre la possibilità di accrescere la propria cultura facendolo in modo divertente. Gran bella opportunità!

Ma il dato più sconcertante è sapere che l’assenteista, quel giovedì sera, preferisce restare sul divano, dove magari è rimasto tutto il giorno, dove si lascia confondere dalla cattiva informazione di una tv sempre più spazzatura o dalle false promesse di un internet, ahimè usato malissimo.

Certo è che se tutti quelli che almeno una volta mi hanno detto, “stasera ci sarò”, si fossero presentati al Giovedìamolo, non basterebbe lo spazio di un campo di calcio per ospitarli. Chiaramente se tutti mangiassimo quel “pasto del giovedì sera”, saremmo più ricchi e sicuramente meno soli. Ecco, questa è la consapevolezza che dovrebbe uscire dall’iniziativa, totalmente gratuita che vi proponiamo.

Quale migliore opportunità, al di là delle programmazioni (che potete sempre decidere con noi) di confrontarci, di sviluppare senso critico, di socializzare? Quale migliore occasione offre Rogliano per aprire gli occhi verso il mondo?

Giovanni Succurro

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Or

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *